Montonico Terre di Chieti IGP


 

Le origini di questo vitigno a bacca bianca non sono del tutto riconosciute. Viene descritto nel Bollettino Ampelografico del 1875 e lo ricorda il Di Rovasenda nel 1877. Per il Sannino (1892) è il più importante vitigno della provincia di Teramo. Ceppo di una limitata diffusione nelle regione adriatiche centrali. È stato parzialmente abbandonato negli ultimi decenni, nel 1996 si contavano poco più di 14 ettari, attualmente sono oltre 70 quasi tutti concentrati nella zona del teramano. Infatti è presente storicamente soprattutto in provincia di Teramo nei comuni di Bisenti e Cermignano (Montonico di Bisenti e Poggio delle Rose-Cermignano). Il vino prodotto è di colore giallo più o meno carico, a volte con riflessi verdognoli, di gradazione medio-bassa, con lievi profumi di frutta e spezie, lievemente astringente e di buona struttura.

 



Spumante Metodo Classico Brut Montonico-Pecorino "Fenaroli" (12 Mesi)

Vino Spumante di Qualità Brut Nature Montonico/Pecorino Metodo Classico Millesimato 2016
Apri

Bollicine - Metodo Classico - Fenaroli

Spumante Metodo Classico Brut Montonico-Pecorino "Fenaroli" (12 Mesi)



Spumante Metodo Classico Brut Montonico "Fenaroli" (36 Mesi)

Vino Spumante di Qualità Brut Montonico Metodo Classico Millesimato 2014
Apri

Bollicine - Metodo Classico - Fenaroli

Spumante Metodo Classico Brut Montonico "Fenaroli" (36 Mesi)